AITA l’Associazione Italiana per le Tecnologie Additive

è nata lo scorso autunno AITA, Associazione Italiana Tecnologie Additive, nuova realtà che si occupa delle tematiche connesse alle applicazioni delle tecnologie additive nel settore manifatturiero meccanico

a presiedere AITA è Luigi Galdabini, alla guida di UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE dal 2012 e titolare della Cesare Galdabini, Consiglieri sono Fabrizio Rosa e Vito Chinellato

tra i soci fondatori di AITA: Avio Aero, Corrado Doggi, EOS, Losma, Marposs, Meccatronicore, Politecnico di Milano, Politecnico di Torino, Prima Industrie, Renishaw, Ridix, Trumpf Sisma

Associazione a carattere scientifico, culturale, divulgativo, AITA opera con l’obiettivo di aggregare gli stakeholder che «gravitano» attorno alle tecnologie additive – imprese, centri di ricerca, università, enti pubblici e governativi – favorendo il confronto e la condivisione delle informazioni e stimolando il dialogo su temi correlati con questa tecnologia e le relative applicazioni

AITA intende, in sostanza, dare voce concreta ad un settore emergente, contribuendo così ad affermare il suo ruolo sempre più rilevante per e nel manifatturiero industriale, e, per questo, ben distinto dall’ “artigianato digitale” che permette a ciascuno di noi di divenire produttore di piccoli oggetti grazie all’utilizzo di tecnologie “alla portata di tutti”

la presentazione ufficiale della nuova associazione è avvenuta nell’ambito dell’edizione di BI-MU/SFORTEC 2014 in occasione del convegno “Stampa 3D: opportunità ed applicazioni nel manifatturiero meccanico”, a cui hanno preso parte oltre 150 partecipanti (atti disponibili al link http://www.bimu.it/la-manifestazione/i-convegni/stampa-3d/).

per informazioni: UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, Direzione Tecnica, tech.dept@ucimu.it