sei in:

Una giornata dedicata alle competenze necessarie all’industria meccanica per 50 studenti del Puecher di Rho

il 16 dicembre 2010 Sandvik, Partner di Polomeccanica, Centro di Eccellenza della Meccanica Strumentale creato da UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE, insieme ad imprese e Associazioni Imprenditoriali, Università, Centri di Ricerca, Istituti Scolastici e Centri di formazione, ha accolto presso lo stabilimento di San Polo di Podenzano (PC), un gruppo di 50 studenti dell’IPSIA G. Puecher di Rho (MI) per un’esperienza che va aldilà della pura visita guidata al sito produttivo

questa visita si colloca all’interno delle iniziative che Sandvik ed i Partner di Polomeccanica promuovono con l’obiettivo di avvicinare sempre più il sistema scolastico a quello delle imprese, ma anche per contrastare la cosiddetta ‘disaffezione degli studenti’ all’educazione tecnica della scuola secondaria superiore, che si traduce nella dispersione e nell’insuccesso educativo di cui spesso si parla in Italia

all’inizio della giornata i responsabili Sandvik spiegano agli studenti cosa significa lavorare in un Gruppo multinazionale, quali sono i processi organizzativi, i prodotti e i mercati di riferimento, ma anche quali sono le competenze che un’azienda ricerca nell’area tecnica, e l’importanza della formazione continua e l’aggiornamento professionale delle risorse umane

la giornata si svolge e prosegue all’insegna dell’interattività per lasciare ampio spazio alle domande di studenti e insegnanti che, successivamente, vengono suddivisi in piccoli gruppi ed accompagnati dal personale Sandvik per una visita guidata a tutti i reparti dello stabilimento

è molto importante mostrare e presentare ai giovani esempi concreti di integrazione delle tecnologie industriali e dell’innovazione che il comparto è in grado di offrire oggi, per facilitare la loro capacità di immaginarsi e proiettarsi in uno scenario professionale realistico e facilitare, in ultima analisi, scelte educative e professionali più consapevoli

il bilancio della giornata è senza dubbio positivo, infatti, gli insegnanti che accompagnano gli studenti riconoscono la validità di questa esperienza all’insegna della ‘pratica’ e gli studenti apprezzano l’iniziativa perché, finalmente, hanno qualche risposta concreta alle loro domande, anche quelle inespresse

per Sandvik questo successo rappresenta un ulteriore stimolo a continuare nel percorso di supporto alla cultura manidfatturiera, e Fabrizio Resmini, Amministratore Delegato di Sandvik Italia spiega “Sandvik organizza regolarmente momenti di incontro con il mondo scolastico.  Crediamo e investiamo nelle potenzialità dei giovani e in un dialogo per una collaborazione proficua tra mondo aziendale e mondo scolastico a tutti i livelli. Occorre dare più fiducia alle giovani generazioni, e se questa fiducia non arriva dal Sistema – continua Resmini – le aziende devono attivarsi in tutti i modi possibili per creare un clima adeguato all’accoglienza di coloro si stanno affacciando al mondo del lavoro: anche questa è responsabilità sociale d’impresa”

la visità ha trovato eco anche sulla stampa locale, visualizza la pagina del quotidiano Libertà del 17 dicembre 2010